giovedì 19 ottobre 2017

La mamma dei maschi

"Mamma possiamo cantarti la canzone di Clash Royale? Eh?"
Silenzio, ci penso.
"Dai mamma possiamo?" mi guardano con gli occhi sgranati su di me.
Tentenno.
"Eddai mamma è bellissima cantata così vedrai! Possiamo? Dai Macco inizio io!"
Macco mi guarda e non osa, poi sbatte gli occhioni e aspetta speranzoso.
"Bambini, non lo so... uff... No dai..."
"Eddai mamma una sola volta!" insiste Dede.

Che ci sarà mai in una canzone? Insomma, sono così felici! Non vedono l'ora di esibirsi e in fondo sono bambini, sono maschi, sono fatti così... Ma io che faccio? Avvallo o stronco sul nascere queste veemenze canore così orribili?
"Dai provate. Solo un po' però"

Si illuminano.
"Macco! Quando ti faccio segno con la mano tu fai la musica ok?"
Macco si rizza sulla sedia, si prepara, ingoia più volte -si vede che è emozionato.
Dede inizia a cantare: "La strategia di Clash Royale è proprio affascinante...".
Macco accompagna.
A suon di rutti: è ritmato, intonato, praticamente perfetto.

Rido con le lacrime mentre la casa si riempie di tale raffinatissima melodia.
La performance è impeccabile ed esilarante, loro sono felici.
Io non ho più speranze: la principessa che era in me credo sia fuggita per sempre...

2 commenti:

  1. Queste sono le gioie di una mamma e, credimi, di una maestra d'infanzia che ne vede/ sente di tutti i colori. Bel blog. Ripasserò. Buona domenica.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Ciao Rachele!
    Si..credo tu non abbia più speranza di poter fare la principessa in casa...nemmeno con il tuo massimo sforzo!
    Come tu sai ho il maschio e la femmina...e ti garantisco che di principesco in casa mia non c'è moltissimo. Mia figlia è malata di "streghite acuta"...in piena adolescenza, femmina inside, è terribile!
    Un bacio al duo rock!

    RispondiElimina