giovedì 24 maggio 2012

Nuovo regime dietetico

In uno dei suoi (non rari) periodi di esaltazione alimentare, Mamma ha deciso di limitare l'apporto di glutine, rendendosi conto che quando non ne assume si sente meglio.
L'intestino fa mano male e la spalla si muove con più scioltezza.
Questa bislacca correlazione è stata poi suffragata dal parere di una luminare della medicina del dolore, consultata giorni fa, e da allora Mamma si è proprio lanciata nelle sue elucubrazioni e i suoi esperimenti culinari.

Fare delle semplici analisi del sangue per verificare eventuali intolleranze sarebbe banale: noi iniziamo dalle diete, poi si vedrà.

E dopo aver scartato le miscele già pronte di farine per pane e dolci gluten-free (ma ne avete mai visto il prezzo? Passa l'intolleranza soltanto al pensiero di comprarle), ha deciso per il fai-da-te.
Ha impastato farina di riso, di mais e di mandorle con acqua, lievito e olio, e ha provato degli improbabili panini che sono giusto ora a lievitare.
Soltanto la fatica che ha fatto per staccarne l'impasto dalle mani la dice lunga sul risultato atteso...

Poi a pranzo, al posto del pane, ha mangiato delle gallette di mais e ha comprato pasta di mais da sperimentare.
Ha preso in mano i suoi adorati libri di cucina salutare ed è andata con rinnovata curiosità alla sezione "alimenti senza glutine". Si sta facendo una cultura in merito.

Il morale, però, ha avuto un rapido tracollo quando ha adocchiato sulla mensola i brutti ma buoni al cioccolato provenienti da uno zio pugliese, e ha capito in un istante che non sarebbero stati opportuni.

Caso vuole che cercando qualcosa nel congelatore, le si è imposto davanti il barattolo di gelato alla crema per i bimbi.
"Il gelato non contiene glutine! Ahahah!" si è detta saltellando come una pallina matta.
"E nemmeno la crema al limoncello...", ha concluso l'alcolista anonima nascosta in lei.

La giornata ha così avuto una imprevedibile svolta.


P.S.
Se volete dare un'occhiata agli esperimenti di cucina "salutare" di Mamma per i suoi mangioni brambilla... cliccate qui

9 commenti:

  1. carino il tuo blog che non conoscevo mi sara' sicuramente utile per una cucina piu' dietetica e salutare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! :)
      mio marito diceva di avere il colesterolo alto "di famiglia"... da quando vive con me è vicino alla soglia minima... eheh! :)))

      Elimina
  2. Evvabbeh però non è mica colpa tua se i biscotti e il gelato ti si sono parati davanti eh! Il mio problema sono i mars, che altro che glutine! Mi si parano davanti ovunque! E io per punizione, devo mangiarli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che ci capiamo alla perfezione ;))

      Elimina
  3. Senti, quando vuoi sgarrare, sgarra e basta!
    La cosa più brutta è sentirsi in colpa poi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... dici a me o a Eu?
      Perché io i sensi di colpa (in fatto di cibo) non so nemmeno cosa siano, eheheh!
      Ovunque io parli di sgarrate alimentari le vedrai associate ad un solo sentimento: goduria pura! :)

      Elimina
    2. Nononono sensi di colpa assenti pure da me :-)

      Elimina
  4. Nel momento in cui mi decido a seguir una dieta mi viene puntualmente una fame esagerata. naaa le diete non fan per me! Evviva il cioccolato!

    RispondiElimina