giovedì 4 dicembre 2014

Bulli si diventa

"Con questi compagni di classe mi diverto sai mamma? Non fanno come Jan e Lennard che l'anno scorso mi davano gli spintoni e ridevano"
"Cosa? E quando facevano questa cosa quei due?"
"Eh, all'asilo mamma, lo facevano tante volte"
"E tu non me l'hai mai detto? Perchè non me lo hai mai raccontato?"
"Eh, forse tu non me lo avevi chiesto…"
"Come no, ti chiedo tutti i giorni com'è andata e se è successo qualcosa di bello o di brutto! Ma dimmi un po' di quei bambini... Ti buttavano proprio per terra?"
"Si mamma, mi buttavano per terra e poi ridevano"

Mamma rode e ribolle.
"La prossima volta raccontamelo così ci pensiamo insieme a cosa gli devi fare, ai bambini che ti trattano così ok?"
"Perché, cosa gli dovevo fare mamma?"
Lei immagina i bambini esanimi per terra e Dede con un piede appoggiato sulle loro pance, mani ai fianchi, a posare per una foto ricordo.
"Ehm… adesso non ci pensare. Se ricapita me lo dici e poi valutiamo insieme, ok?"

Mamma ha preso tempo per cercare qualcuno, qualsiasi persona, purché riesca a vedere la cosa in modo razionale e pacifico e non le compili una lista di "100 modi + 1 per eliminare il nemico"
Perché a quella, ci ha già pensato da sola.

24 commenti:

  1. Posso solo immaginare la tua rabbia... Spero comunque che non ricapiti più...

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, prima o poi capiterà, i bambini sanno essere davvero cattivi fra di loro! spero solo che la prossima volta me lo dica, poi ci penso io! hihihi!

      Elimina
  2. ahahahah è vero, il primo pensiero è di dar loro un cazzottone. Speriamo non succeda più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dargli… o "fargli dare" un cazzottone!

      Elimina
  3. Kung fu, iscrivi Dede al kung fu.
    Meglio di tante parole.
    Io credo nella prevenzione e nell'autostima.
    :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto cercando per davvero un'arte marziale per lui! però a giudicare da come mena il fratello, problemi non dovrebbe averne… ;)

      Elimina
  4. Una cosa del genere una mamma non la può vedere in modo razionale e pacifico: può solo stracciarsi la camicia, diventare verde bile e trasformarsi in una Hulkessa.
    Massima comprensione.

    RispondiElimina
  5. Se la trovi la soluzione, passamela! Io la cerco da anni e non mi do pace... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che sarà più forte di me e gli consiglierò di menare pure lui… :(

      Elimina
  6. anche da noi succede e mordersi la lingua per non dirgli Mena più forte a volte devo ammettere che è dura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, però mi chiedo: perché dobbiamo morderci la lingua? è davvero giusto non reagire? ai tempi dei nostri genitori i bambini si azzuffavano ogni giorno, e sono cresciuti bene mi pare!

      Elimina
  7. Non si può vedere la cosa in modo razionale e pacifico....GUERRAAAAAAA!!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come diceva quella di pomodori verdi fritti? TOWANDAAAA!! :D

      Elimina
  8. mmmm ma dai se non te l'ha raccontato forse la soluzione l'aveva trovata da solo ...lo sai i bambini sono piu' avanti ...e se cosi non fosse ...si bè ecco l'idea di Dede con il piede sulle pance ...si ecco mi sembra ottima ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh, lui non racconta mai niente accidenti….

      Elimina
  9. Oh mamma, se succede a me sono guai...per i bimbi ovvio e per i genitori dei bimbi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se me lo avesse detto subito mi sarei tolta la soddisfazione pure io!

      Elimina
  10. Anche io sto pensando a cosa dire a mia figlia di fronte a certi comportamenti di altri bambini. Non è facile. Non è neanche giusto far passare l'ingiustizia senza difendersi.
    tema spinoso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con una bambina mi sa che è anche più difficile. I maschi sono più fisici e dopo due bastonate fra di loro gli passa tutto. Con le bambine il discorso è molto più delicato...

      Elimina
  11. Se l'ha raccontata così e se non ne ha mai parlato, non credo fosse una cosa grave.
    Respira, Rachele, respira!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici? io invece penso il contrario: se non me l'ha mai detto può essere che se ne vergognasse e se l'è tenuto dentro…

      Elimina
  12. Io menerei un po' anche i genitori di questi bulli, che da qualche parte avranno pure imparato....grrrrrrrrr

    RispondiElimina
  13. Ciao! Ti capisco, anche mio figlio mi racconta poco o niente di quello che succede all'asilo e questi argomenti toccano anche la mia sensibilità di madre. In parte sono anche d'accordo con te...io e mio marito stiamo cercando di fargli capire che non deve mai alzare le mani per primo verso qualcuno, ma anche che non deve subire e deve imparare a difendersi...però non è facile nè per noi nè per lui trovare e capire quale sia il giusto equilibrio...
    Questo tuo post è tra i miei preferiti della settimana passata http://festeesorrisi.blogspot.it/2014/12/top-of-the-post-n17-8-dicembre-2014.html
    Un abbraccio
    Manuela

    RispondiElimina