venerdì 9 maggio 2014

La macchia

Arrivata ad udire il suono della sua quarantesima campanella, Mamma ormai aveva perso le speranze.
Sapeva che una vera donna deve essere in grado di fare tutto, ma lei aveva un limite enorme e insormontabile, e non poteva sentirsi veramente a posto: non ha mai saputo smacchiare alcunché.

Le sue tovaglie sono da sempre un campo di battaglia, ed è possibile notare macchie di ogni colore e dimensione sotto la perfetta stiratura e il profumo di pulito.
Dalle magliette dei bambini è possibile riconoscere l'alimentazione degli ultimi tre anni dell'intera famiglia, così come sui pantaloni, inspiegabilmente.
Nulla può il sapone di marsiglia, il bicarbonato, lo smacchiatore, e nemmeno la candeggina pura funziona, con lei.
Mamma non ci credeva ormai più, soprattutto dopo essere riuscita a costellare di indelebili ricordi anche l'ultima e costosissima tovaglia anti-macchia.

Finchè un giorno si è sgocciolata la maglietta preferita di Dede, quella con gli Angry Birds ovviamente.
Nonostante il prodotto giusto e il lavaggio giusto, uscita dalla lavatrice la patacca era esattamente come prima.
E allora no, Mamma si è ribellata e ci si è messa d'impegno, motivata da un bene superiore stavolta.
E ce l'ha fatta!

L'evento è talmente significativo e rivoluzionario nella sua vita tanto da dovergli dedicare il post odierno.
Da ora in poi Mamma può entrare di diritto nel club delle vere donne.

Si richiede comprensione e giubilo, grazie.

18 commenti:

  1. Tra le mie tovaglie e le tue potremmo fondare il Museo della Patacca o donarle alla scuola per tecnici della Scientifica per le esercitazioni... :)
    Congratulazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! doniamo alla scientifica, dai!

      Elimina
  2. Hai tutta la mia ammirazione... ;-)

    RispondiElimina
  3. Di solito, quando si macchiano i vestiti, io le strappo via di dosso subito e corro a sciacquare (da folle che sono, l'ho fatto anche alle piccole a ristorante) e ci metto sopra lo sgrassatore di marsiglia (quello per i piatti!), così, riesco a tamponare il problema fino al vero e proprio lavaggio. Ma per le tovaglie, ci ho rinunciato. Quelle per le grandi occasioni si salvano perché avranno un angelo custode!
    Massima comprensione e grande giubilo!

    ps. e ora passaci il metodo miracoloso!!! ;)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io uso il detersivo per piatti, ma in genere la gran parte delle macchie rimane… forse non sono abbastanza tempestiva! ;)

      Elimina
  4. Volere è potere :) Se non ci fossi riuscita Dede avrebbe urlato, la vecchina di sotto sarebbe morta d'infarto... Mmm non è che a pensarci bene sarebbe stato meglio?

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavoli… sai che quasi quasi…

      Elimina
  5. EVVIVA!!! GIUBILIAMO TUUTI INSIEMEEEEEEEEEE :-)))

    RispondiElimina
  6. Evvai!!!
    Io, con le mie, ho rinunciato e se vengono ospiti corro a comprare la tovaglia di carta, tinta unita, al supermercato vicino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ormai sono passata alle tovaglie di plastica…tristissime, lo so! ;)
      meno male che in Germania le tovaglie non le usano, almeno con gli ospiti tedeschi si possono evitare figuracce!

      Elimina
  7. Si, ma non dici come hai fatto, può essere un prezioso consiglio per noi tutte.
    Io tratto le macchie con lo sgrassante della cucina e di solito funziona, ma non sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io in genere faccio prima con il detersivo per piatti o con lo spray sgrassante, ma il più della volte restano le macchie…
      Stavolta ho messo una goccina del prodotto apposito per sgrassare, quello nei flaconcini minuscoli che ce n'è uno per ogni tipo di macchia… hai presente? ho strofinato per bene e poi ho sciacquato. poi ho strofinato molto con il sapone di marsiglia e poi infilato in lavatrice!

      Elimina
  8. Oddio, ma allora non sono l'unica a non riuscire a togliere le macchie dai tessuti! :O Questo mi rincuora...ma vista la tua vittoria, ADESSO mi dici che prodotto hai utilizzato, SUBITO! :D

    RispondiElimina
  9. Sono in piedi, ho fatto un inchino ed ora sto applaudendo! ^_^

    RispondiElimina