domenica 25 maggio 2014

Scalatori di alberi

Ha finito di piovere, ed è uscito il sole.
Qui non è come a Milano che il cielo resta grigio per giorni: qui quando smette, smette.
Il cielo si apre d'azzurro come per magia, e il sole trasforma il mondo in un luogo completamente diverso da soli cinque minuti prima.
E' appena finito un acquazzone, e la famiglia brambillen è andata a fare due passi al parco del castello.
Non sono mai stati nella zona Est, e si incamminano sovrappensiero in quella direzione, chiacchierando con degli amici.
"Guardate bambini, c'è una fontana che sembra un lago. Ci andiamo?" dice Mamma notando l'acqua, e mentre si dirige in quella direzione le si presenta imponente uno spettacolo imprevisto: un albero ultracentenario si erge accanto alla fontana-lago, lasciandola a bocca aperta.
Non lo aveva notato prima, e le toglie il fiato.
Il sole filtra fra le sue fronde fitte (*) e tinge di verde l'aria.
Mamma ha sempre amato gli alberi di un amore viscerale, di una passione sanguigna, e le basta vederne uno sufficientemente adulto per andare in brodo di giuggiole.

"Oddio guardate che albero!" esclama estasiata infilandosi sotto le fronde e accarezzando il tronco col naso all'insù.
"Macco, vuoi arrampicarti? Dede, vuoi arrampicarti? venite qui vi aiuto io!"
Macco si dilegua, Dede saltella annuendo verso di lei e si piazza in posizione tirami-su-tu-che-faccio-prima.
"Coraggio, un piede qui e una mano là! Forza tirati su" esorta lei.
"Mamma non ce la faccio… voglio scendere"
"Ma che dici? Sei a dieci centimetri da terra! Dai, sarà bellissimo! stringi bene quella mano e tirati su"
"Ok, ma mi spingi tu il sedere?"
"D'accordo, fatto, ora sali ancora! Ma che fai, ti siedi lì? Dede non puoi fermarti, guarda che albero stupendo!"
"Si mamma ma ora preferisco scendere"
"C'è un bel ramo enorme proprio qui, ce la puoi fare… ti tengo io se vuoi!"
"No grazie mamma, fammi scendere. Sai, mi sono già venute le vertigini…"

Mamma tira giù dalla vertiginosa altezza di un metro e venti l'impavido scalatore e desiste.
Chi si è inventato il DNA, probabilmente avrebbe dovuto conoscere prima i brambillen...


(*) E' o non è un capolavoro quest'allitterazione?



Il secolare Noce alato del Caucaso

20 commenti:

  1. Ricordi stupendi sono quelli legati agli alberi su cui arrampicarsi, sai?
    Io e i miei cugini da bambini andavamo spesso con le nostre famiglie a fare picnic in un bosco vicino Avellino: una marea di castagni tutti lì pront ad essere "scakati"! E ogni volta che tornavamo lì cercavamo ognuno il proprio albero, sempre lo stesso, su cui arrampicarsi :-) Fingevamo che fossero le nostre casa....che meraviglia!

    Il tuo Dede evidentemente non ha preso da te, peccato per lui :(
    Ma tu gli alberi puoi continuare ad amarli egualmente, no? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li continuo ad amare ugualmente, e mi piacerebbe trasmettere loro questo amore! mi sa che ho "toppato" da qualche parte, eheheh!

      Elimina
  2. Nel parco della biblioteca del paesello dove viviamo c'è un almeno enorme e secolare. I bimbi si danno la mano e cercano di circondare il suo tronco, servono almeno 6 bimbi (in età da materna) per riuscirci. A me mette una grande gioia, l'albero e i bimbi che fanno il girotondo attorno a lui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' così raro trovare alberi secolari purtroppo… sei fortunata ad averne uno così vicino!

      Elimina
  3. Anch'io adoro gli alberi!! Io amo la quercia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stupende, vero! Però sulla quercia è impossibile arrampicarsi! ;)

      Elimina
    2. A me basta guardare!!

      Elimina
  4. e perché tu non ti sei arrampicata??! lo so che ne morivi dalla voglia;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché ancora non posso piegare il dito del piede… senò ci avrei provato di sicuro!

      Elimina
  5. Purtroppo a volte le cose che piacciono a noi a loro non interessano...dai che la prossima volta ci salirai tu!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo SEMPRE le cose che piacciono a me loro le schifano! ehehhe!

      Elimina
  6. Nei miei figli invece scorre un DNA da scimmia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, che se fosse stato così per i miei, credo che alla fine mi sarei lamentata pure di quello, perché avrei avuto paura! ahahha!

      Elimina
  7. Albero meraviglioso!!! anche noi non siamo grandi scalatori!!

    emh son tornata ... e quanto mi son mancati i tuoi post!!
    Mo mi aggiorno!!!

    RispondiElimina
  8. Io sarei salita di corsa insieme a te!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello vero? sembrava fatto apposta per salirci!

      Elimina
  9. Ma è stupendo!!! Io comunque sarei stata come tuo figlio...

    Parlo di Macco!!!

    Hahahah

    Maira

    RispondiElimina
  10. E tu volevi smettere di scrivere, Rachele? Ma dai, ragioniamo, chi ci farebbe sbellicare dal ridere così?
    Però, cara, fammi capire, il plagio in Germania non è reato?

    RispondiElimina