giovedì 6 settembre 2012

Cuore di mamma

Il "premio" che vedete a lato, col bimbo a testa in giù, prevede che si raccontino delle chicche dei propri pargoli, e mi è stato dato da Eu e Sgiusgiola.
In genere non rispondo a questi giochi (perdonatemi...) ma questa volta mi sembrava in tema col blog, e dunque raccolgo volentieri l'invito.
Incerta se le chicche da raccontare a questo punto siano una o due, taglio la testa al toro e ve ne racconto tre. Nel dubbio è meglio abbondare, no?

Lo splendido Dede, in macchina:
"Mamma, ma perché si dice mettere in moto la macchina?"
"Significa accenderla, si dice così perché bla bla bla"
"Ho capito. E' véro che le macchine dicono mettere in moto, e invece le moto dicono mettere in macchina?"

"Brontolo, guarda che cielo pesto!" dice Mamma indicando il temporale in arrivo
"Dov'è?" chiede Dede guardandosi attorno.
"Dov'è chi?"
"Pesto!"
"Pesto?! chi è pesto amore?"
"Ma mamma, l'hai detto tu che c'è lo pesto..."

Dede urla dalla sua stanza allarmatissimo. Mamma si precipita.
"Che succede Dede?"
"Niente! Pensavo che non c'eravasse nessuno..."
E che non si dica che la creatura non sa coniugare i congiuntivi!

3 commenti:

  1. Bellissimi, i bimbi sono una miniera inesauribile di chicche

    RispondiElimina
  2. C'e' tempo x i congiuntivi! Evviva i tuoi bimbi!!

    RispondiElimina