mercoledì 13 giugno 2012

Preparativi

Se siete mai andati in vacanza con due bimbi di 2 e 4 anni, sapete benissimo che impresa è quella dei preparativi dei bagagli.
Ora immaginate una vacanza lunghissima, che duri una stagione intera, e che già di per sé ha dell'eroico per il solo fatto di essere affrontata (due bimbi al mare, Brontolo a gozzovigliare a Milano facendola passare per attività lavorativa, Mamma sull'orlo di una crisi di nervi ancora prima di partire -le basta il pensiero-).
E immaginate i bagagli che ne conseguono.
E immaginate di dover preparare il tutto con uno dei bimbi a turno a casa, quando non entrambi contemporaneamente, per febbri, scioperi, e burocrazie varie del Comune.

Valigie? presto fatte, ci si infila dentro TUTTO.
Difficoltà: nulla, tempo impiegato: discretamente poco.

Bucati? La lavatrice lava da giorni, instancabile (solo la lavatrice), e lo stendino è sovraffollato di bimbi-scuri, bimbi-chiari, grandi-scuri, grandi-chiari, asciugamani-e-biancheria-grandi, tovaglie-e-strofinacci, delicati-misti... e qui mi perdo.
Difficoltà: minima (o extragalattica, dipende se il punto di vista è quello di Mamma o di Brontolo), tempo impiegato: parecchio.

Sistemazione armadi e pensili? Dato che sei con le mani in pasta, vuoi non dare una bella sfoltita a tutto quello che bivacca a tua insaputa in casa tua e nel tuo mobilio? Difficoltà: notevole, tempo impiegato: immenso.

Pulizia di freezer e frigo? Questa è la parte più temuta, odiata e raccapricciante di tutta la faccenda. Non vi capita mai di sbattere alimenti nel congelatore pensando che prima o poi potrebbero sempre tornare utili, ma quel prima o poi non arriva perché sono alimenti che non usi e non userai mai? E che nel frattempo quello strano alimento coli un po' dappertutto senza farsi accorgere, e vada a incollare tutto quello che trova attorno e sotto di sé? E non vi capita di infilare in frigo la ricotta avanzata, i piselli già cotti, lo stracchino della sera prima, l'insalata lavata, e poi dimenticarvene bellamente per settimane? Ecco, quando i brambilla partono per le vacanze estive, tutte queste dimenticanze vengono al pettine, e ahimè l'attività di svuota-butta-pulisci-portacontealmareprimacheimputridiscapurequesto è estenuante.
Difficoltà: inaffrontabile, tempo impiegato: sicuramente molto meno di quello che sembra a Mamma.

Domani mattina Mamma si infilerà in un'automobile guidata da Brontolo, molto probabilmente si siederà sul sedile posteriore in mezzo ai bambini e cederà il suo posto all'immensa mole di bagaglio che è riuscita a produrre.
Quando leggerete, sarà probabilmente molto più rilassata di ora che scrive, e probabilmente molto lontana dal posto in cui scrive.
Alla meta, Villa Delirio.

Ne vedremo delle belle...

10 commenti:

  1. Ma sai che io ancora non ho programmato nulla? Non so neanche se riusciremo a trovare il posto per il cane...però l'idea dei preparativi mi sconforta, quasi quasi rimango a casa! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho rimandato la partenza già 2 volte,pur di non affrontarli! :) alla fine però ha vinto il richiamo del mare

      Elimina
  2. Ciao! Mi è stato assegnato il premio "Blog 100% affidabile" e tra le regole del premio c'è l'indicazione di altri 5 blog. Tra i 5 c'è anche IL TUO. Spero ti faccia piacere. E complimenti per quanto scrivi.
    Un saluto
    Ilmiosuperpapà (http://ilmiosuperpapa.blogspot.it/)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi fa un grandissimo piacere, sono contentissima! Un saluto a te e grazie ancora!

      Elimina
  3. Buon viaggio.
    Per il mare vale qualsiasi fatica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. Se pensi che io ci sono nata... arrivo ad avere le crisi di astinenza!
      Ra

      Elimina
  4. L'anno scorso 4, 3,5 e due mesi. In Sardegna con casa senza lavatrice.. In valigia di tutto di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino che bella vacanza avrai fatto, eh? ;)

      Elimina