venerdì 26 aprile 2013

Karlsruhe

Tre anni fa i brambilli sono partiti da Karlsruhe che sfioriva l'estate, e oggi ci tornano che è un tripudio di primavera e colori.
Karlsruhe è sempre fiorita, ed è incredibile quanto sia bella perfino la periferia più anonima se la vesti di fiori.
A Karlsruhe ogni aiuola è attentamente curata, e disegnano geometrie speciali con tulipani e narcisi e viole dai colori dell'arcobaleno.

A Karlsruhe i bambini la fanno da padrone, e tutto ruota intorno a loro.
Non c'è negoziante che non dia loro un dolcetto, o uno studio medico senza un angolo per farli giocare. Non c'è un parco senza scivoli, nè quartiere senza parchi.
A Karlsruhe dal lavoro si esce alle 16, e le famiglie vanno al parco in bicicletta con mamme e papà superatletici e due-tre-o-quattro figli al seguito con una bandierina attaccata dietro le bici.
"Così le macchine li vedono anche se sono bassi, e ci stanno attente" aveva spiegato Brontolo a una Mamma che non riusciva a credere che qualcuno potesse stare attento ai figli altrui.

A Karlsruhe è vietato suonare il clacson, e questo rende il traffico tutta un'altra cosa.
Se devi uscire da un parcheggio, l'auto appena dietro di te si ferma per farti passare, se devi attraversare ti sorridono e ti fanno cenno con la mano. E se tu attraversi in fretta, bene; se invece il bambino si butta per terra nel bel mezzo della strada in preda a qualche bizza imbarazzante, ti sorridono di comprensione. Tutti. Anche gli sfattoni con tatuaggi e orecchini appesi ad ogni protuberanza del viso.

Ma a Karlsruhe sono pur sempre tedeschi, e Mamma ha spesso paura di sbagliare qualcosa e di finire in prigione. Direttamente e senza passare dal via.
Tipo quando timbra i biglietti del tram e sbaglia direzione: roba da galera. O quando parla al telefonino per strada e teme la multa anche se a piedi. O quando è al supermercato e si ricorda di avere una bottiglietta d'acqua in borsa: le tremano le gambe.
O ogni volta che esce coi bambini, ha il suo chiodo fisso:
"Entschuldigung... una piccola domanda... se Macco pipì fare al parco, è possibile... o polizia?" (traduzione più o meno letteraria del suo elevato eloquio tedesco con la direttrice del residence dove alloggia).

La risata di risposta le ha assicurato che no, non arriva la polizia perchè ai bambini è concesso tutto: "Ci mancherebbe, mia figlia ha fatto perfino ben altro sotto un albero, tirandosi giù tutti i pantaloni!" sembra che abbia detto la donna.
Se poi invece voleva dire: "Ma ci mancherebbe, se vi prendono vi fanno ben altro che la galera, vi legano sotto a un albero, vi tirano giù i pantaloni e vi espongono al pubblico ludibrio", bè... questo lo scopriremo solo vivendo.

28 commenti:

  1. Ma che bel posto; ci sono già passata ma non ricordo un granchè. Coumunque siete 'quasi in Francia' :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che alcuni amici addirittura fanno la spesa in Francia che almeno lì pesce e verdure ci sono!

      Elimina
    2. :-) io sono stata un'estate a Saarbrücken e so di gente che andava al mercato dall'altra parte della frontiera per... i formaggi!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Velma, non puoi capire fino in fondo quanto finchè non lo provi!!!

      Elimina
  3. che bel posto a misura di bambino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saranno pure piccole cose... ma come ti semplificano la vita!!!

      Elimina
  4. Non è che si trova un posto anche per noi?! Peccato non saper parlare una parola di tedesco :(
    Comunque io un'occhiatina in giro prima di far fare pipì ai bambini la darei :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Venite, venite dai!!! il tedesco te lo insegno io!!! (ahahah!)
      (ad essere sincera infatti non mi fido molto a fargliela fare in giro.... mai far arrabbiare un tedesco!!!!)

      Elimina
  5. E tu pensi che ti mancherà l'Italia???
    Ahahahahah!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo... non credo che mi mancherà l'Italia!!! Ma gli amici che avevo in Italia..

      Elimina
  6. Giammai Ata! Milano è insuperabile, no? ;)

    RispondiElimina
  7. Trova subito dei difetti a questi tedeschi!! La perfezione mi fa paura!!! °0°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetta, dammi solo qualche giorno, non mancherò senz'altro! :)

      Elimina
  8. Perche' al ritorno non fate una sosta qui?:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ci avevo pensato! Ti scrivo una mail così vediamo se se riesce ad organizzare!

      Elimina
  9. Godetevi questo posto, godetevelo tutto perchè da quanto scrivi ha tutte le qualità per farvi stare bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora siamo proprio nella fase del goderci tutto! poi arriverà senz'altro il periodo della nostalgia... ma ho detto POI :)

      Elimina
  10. che bello sentirti piena di entusiasmo!!!! un bacio grande ! Francy

    RispondiElimina
  11. Ok, dai, adesso puoi dirlo che ti sei inventata tutto, eh? Che è solo un altro racconto ;) No, eh
    Sai quello che mi ha colpito di più? La famiglia intera che va insieme al parco alle 16. Ma allora si può. E nonostante il nostro lavoro, lavoro, lavoro, loro alla fine se la passano meglio. E' il colmo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una cosa che ha colpito tantissimo anche me: la famiglia viene prima di tutto, per lo meno in questa città! considera che alle 7 sono già in ufficio, così alle 15.00 possono già uscire!

      Elimina
  12. Wow...Sarebbe davvero bello vivere in un posto così.....
    Se non fosse che davvero il mio fisico non accetterebbe di sentire il tedesco h24 e di certo avrei una reazione con shock anafilattico e conseguente morte per asfissia...
    Se non fosse che non potrei vivere con tutta la neve che gli si riversa addosso per tutto l'inverno..
    Se non fosse che i tedeschi non mi sono mai stati simpatici...come la loro lingua e pure in modo direttamente proporzionale..
    Se non fosse che per togliermi dalla Sardegna dovrebbero pure trasportare la zolla di terra in cui sono piantate le mie gambe...
    Ecco....magari se non fosse tutte queste cose..potrei anche pensarci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Germania a me non aveva mai ispirato simpatia, avrei preferito Barcellona!!! sole, mare, buon umore e buon cibo!
      ma poi vivendo qui ti rendi conto che è davvero un altro mondo, ma davvero davvero! certo, non credo che vorrò rimanerci per sempre.... prima o poi tornerò al mare anche io!!!!

      Elimina
  13. heheheh che ridere, a me a Lipsia gli omini volevano dare la multa perche' una sera ho attraversato col rosso. Ma dai....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che sanno essere proprio esagerati, eh! ;)

      Elimina