mercoledì 3 aprile 2013

Delirante Pasqua

In una normalissima mattina pasquale:

uno zio adorato telefonava dal Brasile per fare gli auguri via skype, mentre gli invitati al pranzo si presentavano davanti al monitor per salutare gli accaldati parenti in calzoncini e maglietta, con il rumore del frullatore e le urla dei bambini di sottofondo;
mentre Mamma parlava al pc, qualcuno arrivava saltellando gridando "Mamma, mamma ho sputacchiato il mio catarro!";
qualcun altro infilava la mano nella maglia della medesima madre, con un gesto che si è ripetuto uguale a se stesso per tutto il resto della giornata;
qualcuna buttava giù appena sei chili di orecchiette chiedendosi se fossero sufficienti, mentre qualcun altro rompeva l'uovo di Pasqua sullo stesso tavolo degli antipasti ai würstel, divenuti per l'occasione un esotico mix würstel-cioccolato;
qualcuno tornava dalla madre gridando "Mamma, Macco ha buttato il puzzle sul mio catarro sputacchiato!", mentre l'interpellata accorreva inorridita per cercare l'oggetto di tanto accalorato gridare, una volta appurato che non si trovava avvolto in un fazzoletto;
uno zio molto spiritoso regalava al nipote un coniglio di cioccolata munito di pistola, giusto per assecondare la spiccata sensibilità del minore;
incuranti di quanto accadeva attorno, una coppia di cognati mesceva vino e se lo serviva a vicenda, con il gesto che si è ripetuto per tutto il resto del pranzo;
qualcuno sfuggito al materno controllo addentava la punta di un uovo di cioccolata più grande del suo viso, e subito dopo infilava la manina nella maglia della madre per farsi consolare dal rimprovero.

Poi la numerosa famiglia si è seduta a tavola, e per un momento si è gustata una parvenza di quiete.
Per un momento.
Perchè la decana di casa ha avuto l'idea di far pranzare i bambini in anticipo.
E una volta spazzolato il pranzo ("Buon appetito piatto pulito!"), addio pace.
Per le orecchie, per le gambe, ma soprattutto per la bistrattata Tatta di Mammà.

11 commenti:

  1. un tranquillo pranzo di famiglia!!!!;-))) sei troppo forte cara Rachele!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Normale amministrazione a villa delirio! :))

      Elimina
  2. Villa delirio=delirante Pasqua! che caos...!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E mi sono limitata alla mattina... ;)

      Elimina
  3. io invidio le grosse famiglie unite e rumorose.
    a tratti, ovviamente.


    augurissimi a Macco, anche se in ritardo!

    RispondiElimina
  4. Ma lo scatarramento dove è finito alla fine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente per terra, sul tappeto dove stava giocando. In realtà poi ci è passato sopra a gattoni ed è finito altrove... ma se vuoi ulteriori dettagli approfondisco! ;)))))))

      Elimina
  5. Ho anch'io un po' di tosse con relativo catarro...devo trovare un tappeto!! ;D

    RispondiElimina
  6. Come sei sopravvissuta, Rachele :-D? Le mamme sono bioniche, secondo me...confessa...hai l'esoscheletro, ahahah!! Bacino

    RispondiElimina