martedì 9 aprile 2013

Tempus fugit...

Questa bella stagione non vuole proprio arrivare.
Piove, e le margherite non si aprono da giorni.
L'umore è nero, il sole si nasconde, e quando fa così le manca la vitalità.
Ha tirato di nuovo fuori perfino i maglioni di lana, riposti in una giornata di ottimismo.

Poi per caso Mamma guarda la foto di un'amica lontana con in braccio la sua piccola.
Francesca ha si e no due mesi e fa le smorfie all'obiettivo, mentre la sua giovane mamma la stringe luminosa.
E la foto dopo: Francesca e la mamma sono insieme in riva al mare, e questa volta è la figlia che stringe la mamma. Una splendida sedicenne che sorride senza paura al tempo che passa, accanto a una madre un po' meno giovane.

Il tempo passa inesorabile, e Mamma non si sente a suo agio.
Ha paura di perdersi qualcosa, di non godersi tutto fino in fondo, e di arrivare un giorno a pentirsi di non aver assaporato ogni momento per quello che meritava.
Un giorno anche i suoi cuccioli avranno sedici anni, anche loro strilleranno che questa famiglia è uno schifo, e probabilmente le rinfacceranno che non li ama abbastanza.

-Loro, che non possono capire cosa significhi amare pazzescamente il proprio figlio-

Anche loro sbatteranno la porta, la faranno piangere, la deluderanno, e saranno delusi a loro volta dalla scoperta delle sue imperfezioni.
Un giorno avrà nostalgia di quella manina perennemente infilata nella sua maglia, e ora che sono così belli e così perfetti vorrebbe goderseli più che può.

"Bambini miei, venite qui, abbracciatemi forte".
I piccoli ridono per questo gioco e la riempiono di baci.
"Tesori miei, vorrei tenervi sempre con me, vorrei avervi così per sempre, lo sapete?"
"Mamma, io vojo tale semple dentlo tua pancia!" esclama con il broncino Macco.
"Anche io, anche io mamma!" gli fa eco Dede sfarfallando con le mani.
Lei sorride: senza volerlo hanno colto perfettamente il senso di tutto.
"Anche io vorrei tenervi sempre dentro la mia pancia, ma non si può, sapete?
Andate ora, correte a giocare, su!" e la mano li accarezza mentre le sfuggono allegri.

Rimane inginocchiata sul pavimento.
Fuori piove ancora.

32 commenti:

  1. E' il singolare conflitto che vive ogni mamma.
    Il desiderio di tenerli vicino,
    contrapposto al compito di iniziarli alla vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, e certi giorni lo senti tantissimo.

      Elimina
  2. Vivo con la stessa "paura" che mi prende lo stomaco e a volte non so cosa darei per fermare tutto. Ma so che se tutto si fermasse mi perderei tantissimo. E allora spero solo che il tempo rallenti, visto che corre sempre come un treno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! rallentare e darti il tempo per goderti ogni cosa!

      Elimina
  3. capisco, perfettamente...aiutarli a crescere, volerli vedere crescere ma allo stesso tempo, desiderare di poter fermare il tempo...come uno scatto di Reflex..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti quante foto... e video gli stiamo facendo, a sti bambini? io ne ho una marea!

      Elimina
  4. Come mi ritrovo in questo post! Quante volte mi dico che non vedo l'ora che crescano, magari per avere un po' di respiro in più, ma poi li guardo, così belli, e piccoli, e vorrei tenerli sempre con me. E mi prende l'ansia di non sapermeli godere come meriterebbero, presa dalle mille cose da fare, dal macigno della quotidianità che ci schiaccia mentre loro sono impegnati a vivere la vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che non sono l'unica che si fa prendere da questa ansia... pensavo di essere troppo pessimista io, e invece vedo che è cosa comune fare questi pensieri!

      Elimina
  5. Ti dico solo che mi son scappati giù due bei lacrimoni. Ti capisco e condivido appieno i tuoi sentimenti

    RispondiElimina
  6. lo sai che negli ultimi gironi ci penso spesso anche io?? sarà che Michy sta crescendo così velocemente....saranno i tre anni....davvero godiamoceli più che possiamo!! e io ora non vedo l'ora di andarlo a prendere all'asilo;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tre anni sono un piccolo giro di boa! anche se ancora per qualche annetto possiamo stare tranquille ;)

      Elimina
  7. Tutto terribilmente comprensibile ...i miei figli a tratti vogliono tornare nella pancia e a tratti vogliono crescere ... io li terrei nel marsupio per sempre come una mamma canguro ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cangura pure io... ma a tratti! ;)

      Elimina
  8. Hai fatto centro e mi hai affondata!!!! Mi hai fatta commuovere ...perchè hai colto il sentimento "mammesco" principale!
    Fabi ha 8 anni e mezzo....è grande...è quasi una signorina...fa domande sulla pubertà....ed io sono terrorizzata che diventino "grandi" troppo in fretta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se pensi che un tempo a 13 anni già le facevano sposare... meno male che siamo un popolo di mammoni, noi! :*

      Elimina
  9. Incredibile....facevo quesa considerazione ("tempus fugit") proprio poco fa, quando sono andata a prendere la monella all'asilo e l'ho vista arrivare nell'atrio col sorriso disarmante che hanno i piccoli, corrermi incvontro a braccine allargate...
    Crescerà, crescerà anche il monello, diventeranno adulti...non sarà più come è adesso.
    Sarà bellissimo, certo. Ma non sarà come adesso.
    (lacrimuccia)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da piccola ho sempre pensato che avrei fatto un terzo figlio quando il primo sarebbe diventato adolescente.
      Certe volte mi torna in mente quel pensiero... età a parte :(

      Elimina
    2. Aiut! No....io confesso che l'idea di ricominciare con poppate notturne, alzatacce, coliche, svezzamenti ecc non mi arride troppo :D
      Diciamo che ho già dato ;-)

      Elimina
  10. Su questo argomento è meglio che mi astenga in questo periodo. Cosa dici?

    RispondiElimina
  11. Sfondi una porta ormai divelta, Rachele!
    Il mio adolescente, ogni volta che lo guardo (a parte la tentazione più o meno quotidiana di strozzarlo!) mi fa ripensare a quando, alto un metro, mi correva incontro e io lo prendevo in braccio mangiandolo di baci, il suo profumo, che non risentirò più, e le sue manine paffutelle, che non terrò più tra le mie: che nostalgia!!!
    Una cosa positiva c'è, però: sono talmente impegnata a preoccuparmi per le sue stupidate, che non penso al fatto che, nel frattempo, io invecchio!!! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non dirmi così che mi dispero ancora di più!!!!

      Elimina
  12. Leggendo le tue parole mi sono emozionata, e ti ho anche un po' invidiato per quel pezzo di vita che non vivrò mai. Ma mi hai ricordato che è per questo che lotto, ho perso la prima infanzia spensierata e piena di amore folle ma stiamo lavorando per recuperare la capacità di dimostrarci tutto l'amore che proviamo, che è grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il lato positivo è che nel vostro caso crescere vi avvicina sempre di più... no?

      Elimina
  13. Le tue ultime righe sono una poesia, sai?

    RispondiElimina
  14. sì, crescono......
    gli abbracci diminuiscono......
    ma se rimani vicino, sempre pronta all'ascolto, senza giudicare, avrai ancora le tue soddisfazioni.
    diverse, sì.......ma loro non sono di nostra proprietà, devono crescere e poi farsi la loro vita.
    ma l'amore......quello è per sempre!

    RispondiElimina
  15. Questo post è bellissimo e hai centrato perfettamente i miei pensieri di questo periodo! sarà questo tempo che ci rende malinconiche.........

    RispondiElimina