giovedì 9 maggio 2013

Bei sogni

Mamma lo aspettava da anni, quattro o cinque forse, e quando finalmente è arrivato il momento, se ne è dimenticata.
Poi un lampo di neuroni tornati inspiegabilmente attivi, e caspita ma è arrivata l'ora! Finalmente si può! Finalmente ci siamo!
E così Mamma ha caricato i bambini in macchina e ha annunciato solenne che sarebbero andati a fare la spesa.
Un coro di nooo (nemmeno a dirlo), dopo l'asilo la spesa è sempre un'attività ad alto rischio di crisi isteriche, da tutte e tre le parti.
Ma questa volta c'era un jolly da giocare, e Mamma è partita sicura e vincente.
"Niente storie, adesso andiamo al supermercato che non abbiamo niente in casa da quando siamo tornati dalla Germania"
"No mamma, andiamo al pacco!"
"No mamma, andiamo allo zoo a sentire quanto puzzano gli ippopotami!"
"No bambini, si va al supermercato", inamovibile lei.

E una volta arrivati ecco il jolly: il magico, ineguagliabile, civilissimo "baby parking".
Dai tre anni in su, e finalmente ce li abbiamo tutti!
Abbiamo aspettato che arrivassero i tre anni di Dede, ma da solo nemmeno per idea.
Abbiamo così aspettato i tre anni di Macco, è passato più di un mese e finalmente Mamma se ne è ricordata.
Compili, registri, consegni, saluti, e vai, col carrello sul tappeto mobile e il baby parking che si allontana, e tu che ti senti troppo avanti, troppo intelligente, troppo fortunata.

E mentre il tappeto ti trasporta via lontano, verso una spesa nuova e ineguagliabile, noti un biondo treenne arrampicato al cancelletto, fai ciao ciao amore, sorridi leggera, lui si agita sul cancelletto e sbatte avanti e indietro, mandi un bacino smack con le mani e sorridi ebete, e lui tende le manine e strilla, strilla, e il tappeto avanza, avanza, e la ragazza compare a braccare il biondo in fuga che già scavalca la staccionata e ti fa segno che no, non c'è niente da fare, devi tornare indietro.

Quattro anni di attesa, un sogno in frantumi, una parolaccia mentale.
Ma in movimento, sul tapis roulant e nessuno che ti sente, vale.

26 commenti:

  1. Dai pensa che sarebbe stato peggio se ti avessero chiamato con l'altoparlante 15 minuti dopo. Come lo so? È quello che mi è successo mentre ero nel bel mezzo del mio giretto nel grande negozio di mobili svedesi. Il bello è che ora che sono riuscita a raggiungere il baby parking (chiedendomi che cavolo fosse successo e immaginando di tutto e di più), la pulcina stava disegnando tranquillissima; pare che prima piangesse disperata. Mah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce l'ho pure questa! :)
      Dede senza Macco non ne voleva sapere. Almeno poi tu sei riuscita a lasciarla, lui invece è venuto via, e si era fatto pure la pipì addosso! ahahha!

      Elimina
  2. ganzo un baby parking. Quando i miei figli erano piccoli, allora ancora non c'erano. Oggi ci sono e stranamente non saprei se lasciarlo o meno. Non so sto ancora a farmi tante paranoie ma credo che purtroppo quelle mi accompagneranno. Sarà l'età. Però dai è una grande cosa fare la spesa senza i piagnistei :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è un servizio fantastico! In Germania purtroppo non ne ho visti... :(
      Io penso che nei tuoi panni ancora non lo lascerei, è troppo cucciolo e piccolotto! Però da più grandicello....

      Elimina
  3. ahhh...(sospiro) quel aspettatissimo traguardo, quella soglia così lontana che sembra non arrivare mai: i tre anni, gli irragiungibili tre anni... e ancora mi mancano quanti mesi?, e dai che ci si arriva, vai, ancora un po... vai vai.....Che bella liberazione!... (e invece!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E invece.... :((
      Ma cresceranno, abbi fede!

      Elimina
  4. ecco da noi uguale. La BambinaGrande ha fatto scene incredibili per entrare nelle "pallinedellIkea" e quando finalmente ha potuto farlo ci è rimasta per tipo 12 secondi, prima di piangere disperatissima. Sigh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro erano insieme, io confidavo in quello.
      Ma quei bambini che stanno lì le ore felici e contenti, esistono veramente secondo te o sono pagati dal centro per fare pubblicità?!?

      Elimina
  5. NOn ho ancora esperienza diretta ma....stavo già contando i giorni e hai infranto le mie speranze...uh uh!!!!
    Scherzo, perchè nelle vicinanze di casa mia, non c'è n'è neppure uno di supermercato con baby parking, sigh!

    RispondiElimina
  6. Ritenta, la prossima idea sarà più fortunata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccerto che ritento!! mai darsi per vinti alla prima sconfitta, eheh!

      Elimina
  7. Me lo immaginavo un finale così! Chissà perchè ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, appunto. Io invece no... pensa che doccia fredda!

      Elimina
  8. Risposte
    1. Si, ma ci riproviamo! vuoi mettere che roba forte se funziona veramente?!?!

      Elimina
  9. uauauauuaaa che ridere, l'hai raccontata benissimo!!
    Dai pero', la prossima volta andra' meglio. La prossima volta non ti volterai indietro sul tapis roulant ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima!!!!! ecco la soluzione!!! ;)

      Elimina
  10. Io adoro i baby-parking, x fortuna anche i miei due mostri :-))

    RispondiElimina
  11. C'è una sorpresa per te sul mio blog! Se ti va, passa a scoprirla;)

    RispondiElimina
  12. E dai che e' bello anche così......il tuo tesoro non ti vuol lasciare e fare la spesa insieme può essere molto divertente!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai di cosa parli... ahahah!
      Scherzo, quando sono in buona ci divertiamo molto e compriamo chili di biscotti.
      Ma quel giorno ti assicuro che NON erano in buona ;)

      Elimina
  13. la mamma non è molto miope? ricordo male?

    RispondiElimina
  14. Guarda anche io stavo aspettando ...e poi i tre anni sono arrivati e ora siamo alla soglia dei quattro e non ho ancora avuto il coraggio di provarci ...perchè io lo so che a metà spesa mi chiamano indietro e che poi tutto sarebbe un incubo ...io la spesa grossa on line foreverer!!!

    RispondiElimina