mercoledì 8 maggio 2013

Le parolacce

Mamma non dice parolacce.
A parte i momenti obbligati ovviamente, tipo quando guida, ma quello è cosa insita del prendere la patente: le parolacce alla guida vanno dette, e a volte pure strillate che fa bene alla salute.
Mamma, a parte alcuni particolari momenti quindi, non dice parolacce, e non capisce chi le dice gratuitamente.
Brontolo è uno di quelli.
Per lui, dire parolacce è così normale che chi lo ascolta non si accorge nemmeno che le sta dicendo. Fa parte del suo eloquio, tutto qui, anche se Mamma continua a non capire e soprattutto si preoccupa che non gli scappino davanti ai bambini.

Lui e lei, in macchina: "Guarda poverina quella vecchina" esclama Brontolo intenerito. Una vecchietta pelle e ossa attraversa al semaforo ingobbita, malferma sulle gambe, con una mano che le trema e l'altra a braccetto di un signore canuto.
"Che teneri... vedi? il figlio l'aiuta ad attraversare, poverina" commenta Mamma, perchè quell'uomo era sicuramente il figlio. "Cavoli" continua, "Pensa a quando sarò io così. Magari Dede o Macco, invecchiati e coi capelli bianchi, mi aiuteranno a camminare con pazienza..."
Brontolo sorride immaginando la scena e sta per dire qualcosa di carino.
Ma lei prosegue "Pensa quando sarò così vecchietta, i bimbi saranno anziani, tu sarai morto e... "

Ecco, per esempio.
Mamma non le capisce proprio le parolacce.
Ha ragione o no?

17 commenti:

  1. ^_^ " Questa " mamma avrà anche ragione..però e che c@xxx
    ^_^

    RispondiElimina
  2. questa volta mi sa che te la sei prorpio cercata!In più, eravate in auto, quindi è scusato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, non ci avevo pensato!!! ok, scusato

      Elimina
  3. eheheheeheh immagino la faccia e la parolaccia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagini anche il gesto che ha fatto con la mano? ;)

      Elimina
  4. Va be'....ma in questo caso lui stava guidando, no? Quindi era una di quelle che ti danno con la patente.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, vero, questa gliela posso passare!

      Elimina
  5. Diciamo che lui è diretto e tu un po' più "barocca"... ;)

    P.S. Anch'io non dico (dicevo) le parolacce di solito, tranne che in macchina (licenza NON poetica) e quando sbrocco, cercando di far ragionare mio figlio: nel cercare di far ragionare lui, perdo la testa io! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barocca non me l'aveva detto mai nessuno! ahahah!

      Elimina
  6. hehehhe pero' se sono in lingua straniera possono valere?
    Io i primi tempi in UK ne dicevo aabbastanza, perche' non mi rendevo conto di starle dicendo, ma poi ho smesso ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, in lingua straniera non valgono, tranquilla! ;)

      Elimina
  7. Io le dico a momenti, prima ne dicevo di più! E ovviamente quando mi scappano mio figlio le impara in tre nanosecondi... con parole normali, ovviamente, ci vuole più tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, io mi chiedo ancora come facciano i miei a non dirne nemmeno mezza! misteri...

      Elimina
  8. Ma non hai detto tu che in macchina sono salutari queste parolacce? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti l'ho detto, e infatti non è stato sgridato per la parolaccia e i gestacci scaramantici. E sinceramente, a parti invertite, avrei fatto lo stesso pure io! :D

      Elimina
  9. E ringrazia di essere stati in macchina, che, magari, tra parole e gesti antisfiga 'sti tedeschi chissà dove vi portavano!

    RispondiElimina