lunedì 20 maggio 2013

Ma non scherziamo!

"Mamma ma quello lì è Macco?"
"No tesoro, è una bambina che si chiama Sabina" ironizza lei, guardando l'unico bambino oltre a Dede che sta giocando al parco.
"Sabina? Ma mamma, ma assomiglia a Macco"
"No, dai, solo un pochino" continua lei chiaramente divertita.
"Ma mamma ha le scarpe di Macco!"
"Ah si? allora deve avergliele fregate"
"Ma mamma ha la stessa giacca di Macco"
"Dici? Allora Sabina si è travestita da Macco"
Macco nota di essere l'oggetto di tante chiacchiere e si avvicina sorridente.

"Ma mamma! Ma sembra proprio Macco!" piagnucola Dede.
"Ciao Sabina!" esclama Mamma appena il figlio si avvicina.
Macco capisce al volo lo scherzo e si presta al gioco.
Solo allora Dede coglie dell'umorismo, e si rilassa con una grossa risata.

Il senso dell'umorismo probabilmente è rimasto tutto alla madre, cinque anni fa.
L'inesperienza a volte fa brutti scherzi.

8 commenti:

  1. Rachele, qualcosa mi dice che Dede ne farà di esperienza...:-D. Un bacio (tieni 'a capa fresca, dicono a Napoli, ahah!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)) me la vado a rinfrescare allora! ;)

      Elimina
  2. Ahahaha!! E io che credevo che avessi visto male tu!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no, c'eravamo soltanto noi 3 al parco!!!! :))

      Elimina
  3. Risposte
    1. P.S. Macco e' un macchio anche per la mia Ciambella, parla la stessa lingua di Dede!;-)

      Elimina
  4. Ahahah faccio spesso questo tipo di gioco con i miei bimbi e mentre la secondogenita mi sgama subito ma sta al gioco, il primogenito ci casca sempre: che sia una cosa di genere?;-)

    RispondiElimina
  5. Ammappa, Dede, ma sai che a guardarti bene sembri proprio Augusta?!?!

    (je pja un colpo, povera creatura...)

    RispondiElimina