venerdì 19 luglio 2013

Il CruccAsilo


Brontolo ieri era a colloquio con le maestre dell’asilo dove andranno i brambillen da settembre.
Dopo due ore e 46 minuti di colloquio è uscito dall’asilo, promosso per fortuna.
“Per noi la cosa fondamentale è che ci salutino la mattina”, gli hanno detto le maestre.
“Bè, mi sembra il minimo dell’educazione…” ha balbettato lui perplesso.
“No, sa, finchè non ci salutano noi non li prendiamo in consegna” ha aggiunto la maestra. “Appena ci dicono buongiorno, allora diventiamo responsabili per loro. E anche quando vanno via ci dovrebbero salutare, così sappiamo che non dobbiamo cercarli”
(Mah!)

Dopo la consegna del buongiorno i bambini visionano un tabellone con le attività in programma per la giornata, e possono scegliere liberamente quello che preferiscono.
Per esempio in sala musica si impara a suonare qualche strumento, in palestra si prova il triplo salto mortale con avvitamento a destra, in sala pittura si disegna olio-su-tela, in giardino ci si mette in costume da bagno per essere liberi di sporcarsi e bagnarsi a piacimento, in piscina ci si allena per la staffetta olimpionica…
Chi vuole può fare uno spuntino nella sala della colazione, chi ha amici in altre classi può andare a giocare con loro e chi vuole andare a casa è libero di farlo a qualsiasi ora, perché nessun bambino è obbligato a restare all’asilo controvoglia.
“Ovviamente i piccoli non hanno accesso a tutte le attività, ma i grandi come Dede hanno carta bianca, sono i signori incontrastati dell’asilo”
Per fortuna la mamma può stare con loro finchè vuole, per aiutarli nell’inserimento e con i problemi linguistici, e vista la sua approfondita conoscenza del vocabolario tedesco Mamma sa che potrà essere utilissima a tutti quanti.
Loro forniranno cibo, bevande, the, spuntini, asciugamani, lenzuola, cappellini per le gite e chi più ne ha più ne metta.
I bimbi dovranno portare lo spazzolino da denti.
E magari essere puntuali all’entrata.

Mamma ha ancora la bocca aperta, anche se finchè non vede, non crede.

26 commenti:

  1. Preciso identico alla maggioranza degli asili (pardon, scuole dell'infanza) che ci sono in Italia... :D
    si, va beh!!!
    Io avrei sudato freddo al colloquio con le crucco-maestre, devo confessarlo ;-)
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uguale uguale a quello in cui andava lui in effetti! piscina compresa :)

      Elimina
  2. Stai scherzando, vero??? Mi inchino davanti al cruccasilo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pat, ti saprò dire. Io in realtà non ci credo!

      Elimina
  3. Piscina, olio su tela....libertà di scelta??????!!!
    No, ecco, ma perché sono nata italiana????????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari ai nostri tempi non era così bello... consoliamoci così!

      Elimina
  4. Mia figlia sarebbe in giardino in costume da bagno tutto l'anno! E l'opzione "andare a casa" non verrebbe neanche presa in considerazione!

    RispondiElimina
  5. Giuro la bocca aperta ce l'ho anche io ...se ripenso all'inserimento dei monelli lo scorso anno ...roba da lager!! ma come vanno i piccini con la lingua?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli inserimenti dei nostri asili in effetti sono un parto... da mia sorella dura fino ad ottobre!!!!

      Elimina
  6. No vabbè la cosa del buongiorno fa troppo ridere!!! Ma non è che ti diventano crucchi???!!! Aiuto!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, io sono abbastanza perplessa in effetti! a meno che Brontolo non abbia frainteso... ma dubito

      Elimina
  7. Cavolo, io mi sono spaventata appena ho letto delle due ore e 46 di colloquio! Ma e se i bambini si intestardiscono che non vogliono salutare, quel giorno niente asilo? Crucchi son crucchi, ma un po' di elasticità no? (magari, senza arrivare ai livelli italiani)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elasticità e cruccaggine temo non possano andare nella stessa frase! :(

      Elimina
  8. Racheleeeee, non commento spesso ma ci sono sempre e al fine settimana mi mancano i tuoi post - ho gia' la crisi d'astinenza :-D

    RispondiElimina
  9. domanda: ma se Dede diventerà un super campione di triplo salto mortale con avviatamento a destra.... dici che gareggerà per l'Italia o per la Germania?
    Fantastico Asilo!!!

    RispondiElimina
  10. Fammi fare l'antipatica, con mania distruttiva verso i tedeschi! ;D
    Allora:
    1. ma questo povero Brontolo che si è sugato 2 ore e 46 min. di colloquio, che manco alla tesi di laurea!, cosa pensa delle maestre crucche?
    2. ma se il bambino che arriva dalla maestra e le dice con grazia e simpatia "eccomi sono arrivato", ma omette la parolina magica per es. "ciao", verrà bellamente ignorato dalle educatissime e un tantino fiscaline educatrici? E viceversa , verrà legato alla sedia e non potrà andarsene, finchè non avrà salutato?
    3.nulla da dire su palestra e sala musica, per quanto, da piccoli, o si è geni come Mozart o più che percussioni non si riesce a suonare, comunque...vogliamo parlare di olio-su-tela?! Anche qui Picasso insegna: o si è geni, o si fanno grandi pasticci! Che si possono fare anche con le tempere peraltro!
    4.in costume in giardino? Perchè così si possono sporcare. Perchè se hanno maglietta e pantaloncini, non si possono sporcare?!
    5. ma dopo tutta questa libertà da piccoli, perchè 'sti tedeschi sono sempre così rigidi da grandi?!!!
    Ho naturalmente omesso di dire le cose positive, perchè sono antipatica!!! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1 - Anche io gli ho chiesto se dopo gli hanno dato una laurea! :)
      4 - Ehm... per questo direi che ci si impegnano già con enorme successo in tutti gli altri momenti della giornata! Fosse per me, a questo punto, li manderei in costume ovunque.
      5 - Infatti mi chiedo anche io: quando iniziano a rispettare le regole? bo! aspettiamo le scuole elementari e poi ti saprò dire!
      Eheheh, ho proprio capito che sti teteski non ti stanno molto simpatici! (però se vedessi il mio nudista cambieresti subito idea! ahahaha!)

      Elimina
    2. Beh, forse per il nudista potrei fare un'eccezione...del resto sono antipatica anch'io! ;D

      Elimina
  11. Se ricordo bene però gli asili migliori al mondo erano quelli di Reggio Emilia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne ho sentito parlare, hai ragione!
      Per il momento però, dopo aver testato quelli milanesi (per quanto Dede si trovasse bene), mi sento che stiamo per fare un bel salto di qualità!
      La palestra!!! tutta ovale con gli specchi attorno e lo spogliatoio per i bimbi... Capisci?!?! :)

      Elimina
  12. I tuoi figli cresceranno bilingui, adesso questo vuol dire tanto sacrificio ma un giorno vi ringrazieranno, gli state intestando il futuro

    RispondiElimina
  13. Sai che ho visto due fratellini turchi parlare fra di loro in tedesco? Se succederà così anche ai miei sarà troppo buffo!!!

    RispondiElimina
  14. Che bello qs approccio...mi qs esperienza crucca diventa sempre più interessante

    RispondiElimina