venerdì 10 gennaio 2014

Spettri

Anche se chiudi gli occhi restano lì, e anzi, forse è anche peggio.
Meglio sedersi, sdraiata non è più possibile.
Lasciatemi in pace, per favore!
Ho bisogno di rallentare il respiro e smettere di sudare.
Seduta sul letto guardo l'orologio e ho un brivido alla schiena quando leggo l'ora.
Domani sarà dura, non ho ancora chiuso occhio.

Non vi succede mai di immaginare sciagure terribili, sentirne il dolore e lo strazio, ed essere consapevoli che la notte è troppo buia per poter dormire?
Se dai loro corda e lasci che i pensieri vaghino liberi, ecco che ti manca il respiro.
Se provi a distrarti e concentrarti su altro, quel macigno sullo stomaco non ti dà comunque tregua.
Perchè provi a non pensarci, per paura che i tuoi pensieri possano attirare per davvero qualcosa di terribile, ma è inutile, quel vortice funesto ti trascina giù e ti invischia ancor di più nelle sue turbe di negatività.

Sono i fantasmi della notte.
Mi torturano e non vedo via d'uscita.

... Forse annegarli nell'alcool?

49 commenti:

  1. Da cosa dipendano non lo so ma li conosco pure io, quando mi succede ho solo un'alternativa, alzarmi, accendere la luce e mettere un po' di musica. Che sensazione brutta però!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi sono messa a cercare su internet quello che mi preoccupava... Indovina cosa? si, il solito dentista...:)

      Elimina
    2. Lasciamo perdere che io sogno in continuazione denti che cadono...comunque abbiamo cambiato tattica, racconterò a breve in un post ma non siamo messi molto bene!

      Elimina
  2. Purtroppo ogni tanto succede anche a me...e non faccio uso di alcool!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah! no, non si è capito, scusa, nemmeno io uso alcool! :)))
      era solo una battutaccia per sdrammatizzare!

      Elimina
  3. conosco bene i fantasmi della notte che capitano di rado ma quando arrivano opprimono il respiro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccome... e sdraiata io non respiro più!

      Elimina
  4. Oh si si che li conosco...arrivano, a volte, senza alcun motivo razionale. Li combatto con l'ipod e rannicchiandomi contro la schiena di Darcy. L'unica cosa che li fa sparire del tutto però, è un'alba serena.
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. avete ragione, la prossima volta provo con un po' di musica...

      Elimina
  5. Oh si!! Cuba libre, un bel film, coperta sulle gambe, così i brutti pensieri e la notte buia spariscono.
    Il giorno dopo è un filino dura, ma è peggio restare a letto a con gli occhi sbarrati e le palpitazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah! sono una pivella!!! la prossima volta ti chiamo prima così mi indichi la strada giusta!

      Elimina
  6. Una notte volevo spostare il letto del Grande perché ho realizzato che era appoggiato ad un muro che da sull'esterno del condominio... secondo me poteva crollare. Proprio quella notte. E mi sono imparanoiata così tanto da svegliare Consorte (Che mi ha dato dell'imbecille)... No dico, magari non è la stessa cosa... ma quando il cervello parte... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah!!! come ti capisco!!! e ti sei fatta pure il trip del crollo, il salvataggio, l'arrivo dei soccorsi, e i pianti conseguenti?

      Elimina
    2. Ovvio! Eppure il telegiornale!!!

      Elimina
    3. Ehm "e pure"... sì insomma... ;-)

      Elimina
    4. Non vorrei dire, ma forse il Consorte aveva ragione ....

      Elimina
  7. Capita...per fortuna non troppo spesso. Onestamente non so se l'acool aiuta o peggiora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è quello che mi chiedo anch'io: secondo me peggiora...... boh!

      Elimina
  8. Mi capita spesso....ma per vincere l'ansia mi schiaffo nelle orecchie l'ipod con musica rock a palla!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece mi sono girata il coltello nella piaga cercando tutte le possibili cause di morte infantile dovuta alle anestesie... meglio il rock, la prossima volta! ;)

      Elimina
  9. eh, se li conosco, sono miei amici... soprattutto ultimamente. Ma io chiamo i Gosthbusters!!!
    Cindy

    RispondiElimina
  10. Io quelli della notte non li conosco ...dormo come un sasso ...ma i miei vengono di giorno e ti tolgono il respiro in egual misura ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, cavoli! di giorno non mi sono mai arrivati, forse riesco a distrarmi meglio con la luce... e cmq in quel caso uno ha sempre dei bei dolcetti a portata di mano, no? :)

      Elimina
  11. A me capita quando sono sola o il Navigante sta per partire, mi capita prima di addormentarmi, cosa che poi non succede e sto ore a guardare il soffitto. Io rimango nel letto, magari leggo, ma rimango accucciata lì sotto le coperte perchè mi sento al sicuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, nella tua situazione ci credo, cavoli! in 3 mesi che sta via sai quanti film ti puoi fare su catastrofi e via dicendo?

      Elimina
  12. Capita, si.
    Cerco di concentrarmi sul respiro,
    A volte funziona.
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è quando non funziona... in quel caso io non riesco più a fermare il cervello che crea, crea, ma soprattutto distrugge!

      Elimina
  13. mi sa che capita a tutti...e questo è già un mezzo conforto in effetti. anche io come anna mi concentro sul respiro e su immagini positive. poi in genere mi addormento quando non ci provo più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che è vero? mi consola davvero, perché la mia paura più grande è di attirare tutte le sfortune del mondo. Invece vedere che succede anche a voi ma le catastrofi in realtà non si avverano, mi consola eccome! :D

      Elimina
  14. Io preferisco alzarmi in questi casi. La mattina dopo la casa è lustra e io vado a lavorare uno straccio...ma almeno un vantaggio c'è stato :-D. Il fatto è che siamo cervellotiche pure nel sonno, ahah!! Baci e sogni d'oro stanotte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! tu sei super! io non ci avevo nemmeno pensato di poter fare le pulizie!!!

      Elimina
    2. Sarebbe utile, ma se lo facessi, mio marito mi ucciderebbe. Effettivamente svegliare tutti, perché non si dorme, non è proprio gentile. E poi io abito in un appartamento, al massimo posso stirare.

      Elimina
  15. conosco molto bene questi fantasmi!
    hanno cominciato di giorno, prima per alcuni minuti e poi per ore.....e infine di notte!
    una tortura.......ho risolto con l'omeopatia per quasi un anno!
    mi hanno detto che capitano , di solito , a persone che tendono a trattenere le emozioni, le ansie.....e il cervello sfoga in qualche modo queste forzature!
    oltre alle cure ho lavorato su me stessa....
    consigli? ognuno ha il suo punto debole.....sicuramente qualcosa ha scatenato questi fantasmi!
    però , quando non riesco a dormire un goccio d'alcol mi aiuta! io non lo reggo e anche un dito di vino bianco mi fa crollare!!!!! eheheheh!
    spero riesca a combattere contro questi fantasmi della notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, nemmeno io lo reggo, soprattutto alle 2 di notte a stomaco vuoto! :D
      Per il momento provo con i fiori di bach, metti che funzionano!

      Elimina
    2. e per goccio d'alcool intendevo proprio vino bianco....presente il tavernello?
      :))

      Elimina
  16. Eccomi Rachele!!!! Adesso ti leggo con calma ... allora, alcool direi di no!!! Io mi alzo e sfrutto il tempo per altre cose. Sono ore guadagnate e eviti di torturarti. I pensieri notturni sono rischiosi; cominci a pensare alla cena del giorno dopo e ti ritrovi, non sai neppure come, a pensare a cosa succederebbe se un camion ti passasse sopra, mentre stai attraversando le strisce pedonali (passando ovviamente per la seduta dal parrucchiere, dove ci devi assolutmente andare che la ricrescita raggiunge livelli raccapriccianti). E' un vortice, una spirale e più provi a pensare ad altro e peggio è ... che l'altro arriva ad incasinarti la testa ancora di più!!! Alzarsi e di corsa!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel caso di ieri stavo pensando al dentista di Dede, che vuole fargli un'anestesia totale. Non c'è bisogno di dirti che genere di paranoie mi sono fatta... non ho immaginato il funerale solo perchè mi sono rifiutata :(

      Elimina
    2. Ma sai che il pensiero della morte è un pensiero che arriva addosso anche a me? A volte mi domando se sono normale o se ho dei problemi. Io penso che sia un modo per esorcizzare la paura che si ha di perdere le persone che ami di più (in particolare marito e figlio).Visto che ne senti di cotte e di crude, che siamo tutti consci che la ruota gira e la sfiga arriva quando meno te l'aspetti, forse vogliamo non dico prepararsi (che con simili drammi uno non sarebbe mai preparato abbastanza), ma dire ok, può capitare anche a me. E, nonostante tutto, siamo sempre lì a lamentarci del "brodo grasso" e in questo, purtroppo, in quanto umani, siamo tutti uguali!!!

      Elimina
    3. Io faccio questo genere di "esorcizzazioni" fin da quando ero piccola... 6-7 anni e già piangevo ai funerali immaginari di tutti! ahahah!

      Elimina
    4. Anch'io ho fatto morire varie persone .....

      Elimina
  17. Io se mi lascio andare ai fantasmi della notte piango e faccio fatica a ricompormi. La mia mente vede immani tragedie, morti improvvise, incidenti spaventosi e molto altro.
    meglio lexotan che alcool...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio alzarsi e scrivere sul blog. In fondo il mio è nato pure per questo, perché al di là dell'esigenza di mettere ordine nelle mie mille attività e di condividere idee, io ho idea che seguirò la tendenza di mia mamma ad essere sveglia praticamente all'alba (ed ero una dormitrice con i fiocchi) e così, lavorando di notte, ho creato questa mia oasi di serenità ... molto notturna!

      Elimina
    2. Moki ci sono delle mattine che ho gli occhi gonfi come palline! Hai notato anche tu che restano gonfi fino al mattino? ahahha, che sciccheria! ;)

      Scrivere si, a volte mi aiuta. A volte invece sarebbe meglio del bromuro per addormentarmi e stop!

      Elimina
  18. DOMANDA PER TUTTE!!!! Vi risulta che qualche marito o compagno sia accompagnato da questi spettri? O, in quanto donne, abbiamo la fortuna di ciucciarci pure questa rogna????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, in effetti non l'ho detto, ma chissà perchè.... mi sento sicura di no! :D

      Elimina
  19. A me invece capitava, in pieno giorno, di avere visioni catastrofiche, tipo che moriva qualcuno e potevo essere io o qualcuno della famiglia e con una lucidità che mi terrorizzava, il pensiero seguiva tutti i fatti conseguenti oltre alle reazioni immediate delle varie persone coinvolte. Poi, all'improvviso mi riscuotevo e mi sentivo malissimo, proprio per la lucidità e quasi assenza di emozioni durante la "visione".
    Oddio, cosa vorrà dire? Ultimamente però, non mi capita più....forse perché la realtà, certe volte, è peggio di un incubo? Mah.... sarò normale?

    RispondiElimina
  20. Ma lo sai che, dopo aver letto questo post, stanotte ho avuto un incubo terribile? ùgià dormo tanto!!!! Senti, Rachele, torna a farci ridere!

    RispondiElimina
  21. Da quando i fantasmi sono diventati concreti, o meglio ricordo di quel che fu davvero, gli spettri dell'immaginazione mi hanno abbandonato. Ma la sostanza non cambia molto. Gli occhi del giorno dopo io li chiamo gli occhi da rana. E sono stronzi assai.
    un abbraccio Rachele! Fagliela vedere a questi spettracci insolenti

    RispondiElimina