venerdì 27 settembre 2013

Mattinata

Sono le 12 e 38 minuti.
Mamma è in casa, e il silenzio è accompagnato dal ronzio dell'asciugatrice, dopo l'ennisima pipì a letto.
Sul tavolo ancora le tazze della colazione, mentre fuori piove.
Lui ha già chiamato e fra poco tornerà per pranzo. Mamma prepara la carbonara con la ricetta di un'amica lontana (non si sono più sentite, da allora).

Ha fatto la spesa, ha ricomprato i pannolini dopo oltre un anno che non servivano più, rallentata dalle ultime notti insonni. Ha indugiato davanti a salviette detergenti e pomate per sederini arrossati, e un senso di struggimento e nostalgia ha scombussolato la sua calma normalità.
Spazza via i pezzetti di fango scivolati fuori dal carrarmato degli stivali di gomma, almeno i biscotti sbocconcellati li puoi togliere dal tavolo, lascia la scopa. Il mucchietto da raccogliere resta per terra, come sempre, mentre butta i biscotti mollicci.
Lui si lamenterà quando torna, come sempre, e andrà a prendere la paletta. Va bene così.

La casa è pulita e luminosa nonostante la pioggia: le piace.
Scaccia quell'ansia da abbandono che le chiude il cuore mentre piega i pigiamini, beve il the che è rimasto dal mattino nelle loro tazze con gli orsetti e mette su l'acqua per la pasta.

                                                                   ...

Sono le 14 e 14 minuti.
L'ansia da abbandono non si è fatta mettere in panchina neanche per un istante. Un bambino singhiozza in lontananza. Dunque piangono anche i bimbi tedeschi!
Mamma si prepara per uscire, non piove più.
Con l'umore più limpido va finalmente a riprendersi i suoi piccoli.
I suoi preziosissimi, dolcissimi, tenerissimi bambini.

13 commenti:

  1. Oh cara come lo conosco lo struggimento di fronte a salviettine, pannolini e tutine mignon .... o se lo conosco ...e quindi ora al supermercato faccio dei giri immensi per non andare li ...

    eccome se l'ansia da abbandono ce l'hanno pure loro ...abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è stata la prima volta... E che cosa vorrà dire secondo te? è preoccupante?!

      Elimina
  2. forse per motivi diversi, ma le stesse sensazioni le ho provate stamattina...allontanandomi dalla sua scuola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, non so tu ma questo inserimento all'asilo mi sta debilitando psicologicamente! :)

      Elimina
  3. Oh come tu capisco, cara Rachele. Qui urge un giretto dal dentista mi sa :-)
    Certo che i Pirata Park li dovrebbero fare anche per le donne...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! hai ragione, è proprio quello che mi ci vorrebbe! :D

      Elimina
  4. Se sei convinta che non sia il posto giusto per i tuoi bambini, fai qualcosa. Altrimenti pensa a quante cose impareranno e quanto sarà importante per loro vivere quest'esperienza, aprendosi ad altre persone; poi però torneranno sempre da te. I figli si tengono idealmente per mano tutta la vita, si tratta solo di imparare ad allentare la presa, poco per volta. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, il posto è quello giusto, non ho dubbi! è che se mi immedesimo mi viene da piangere per loro... e la casa vuota non mi fa piacere per niente, sapendo che sono così spaesati in quell'asilo così "straniero"!

      Elimina
  5. Come mi spiace di sentire delle pipì a letto e dell'ansia da abbandono :-(
    Il monellino mi sta dando spesso questo tipo di pensieri ultimamente, anche se va meglio della scorsa settimana, per fortuna.
    Dai, forza! Deve pur passare :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi abbiamo giorni che sembra andare benissimo, poi il giorno dopo me li fa scontare tutti!! è Marco che non si rassegna, piccolo! sembrerà brutto, ma leggere che anche altri bimbi stanno vivendo male l'inserimento mi fa sentire meglio ;)

      Elimina
  6. Piango anche io, insieme ai bimbi tedeschi :*
    Coraggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapessi io... e molto di più di loro accidenti! :)

      Elimina
  7. Anche mio marito si lamenta sempre perché lascio la scopa in un angolo... senza raccogliere polvere e briciole ;-)

    RispondiElimina