mercoledì 4 settembre 2013

Partenza

Oggi i brambilli si mettono in macchina e tornano a Milano ad incontrare papà Brontolo. 

Il compleanno del cuginetto si è portato via l'estate, e come ogni anno tutto si chiude dopo la sua festa.
Via i cuscini dai divani, svitata la rete del tappeto elastico, chiusa la casetta del piccolo carpentiere.
Il buio arriva presto la sera, e quando le ombre si fanno lunghe Mamma si copre rabbrividendo e rincorre i bambini per fare altrettanto.
L'aria fresca del mattino annuncia la stagione che muore, e si fa largo lentamente rinfrescando anche le ore più assolate.

Via il cibo dal frigo, chiuse le persiane, nessun gioco sul tappeto.
Una casa nel silenzio è una casa senza vita.
Il cielo si bagna di rosa e l'aria si impregna di umidità, mentre le rondini stridono nell'ultimo tramonto in collina.

Ti saluto, Villa Delirio.

13 commenti:

  1. malinconica partenza di fine estate, eh?

    RispondiElimina
  2. "Una casa nel silenzio è una casa senza vita": aggiungerei anche che senza disordine è senza vita!
    Tristi le partenze, ma bellissimi i ricordi. Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapessi quanta VITA c'è a casa mia in questo momento! ahahah!

      Elimina
  3. settembre, tutte le vacanze porta via! buon rientro!

    RispondiElimina
  4. A quando il racconto di "macchina delirio"? Aspettiamo fiduciosi... M

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, chi non c'era non potrebbe mai crederci! ;)

      Elimina
  5. Risposte
    1. PEr quello ci sono ancora un paio di giorni. ora ci GODIAMO Milano! ;)

      Elimina