lunedì 14 ottobre 2013

In piscina

"Chiudi quella bocca! Non hai mai sentito parlare un'altra lingua?"
Mamma sorride alla tris-mamma che ha parlato e pensa fra sè che se l'è cavata in maniera molto diplomatica.
Perchè la bocca aperta ce l'aveva il bambino, ma di sicuro non per la lingua straniera.

Sono tutti e tre nel camerino della piscina, dopo un pomeriggio passato nell'acqua.
"Questo è il posto più bello del mondo mamma!" ha ripetuto Dede più volte scivolando giù dagli scivoli per bambini, sulla pancia come una foca.
"Devo fale la pipì" ripeteva invece Macco, costringendo Mamma alla fuga in bagno almeno tre volte nel giro di mezz'ora.
La piscina è di fronte all'asilo, e Mamma ha scoperto che il venerdi mattina è chiusa. Ha quindi pensato che il venerdì pomeriggio l'acqua deve essere per forza più pulita, e ha deciso di inaugurare questa attività post scolastica che le ricorda un po' l'estate.
Fra un tuffo e una nuotata in perfetto stile cagnolino che affoga è arrivata l'ora x, quella che se la superi ti spuntano le branchie, e hai tutte le dita raggrinzite e accartocciate.
Trascinati in camerino, i brambillini devono essersi improvvisamente accorti di essere stanchi.

Urla, strepiti e capricci.
Pianti, rotolate per terra e schiaffi alla mamma.
Mocci, vene gonfie e voci roche.
E il pubblico: tre fratellini nudi li guardano a bocca spalancata senza riuscire a staccar loro gli occhi di dosso.
Mamma ringhia di smetterla mentre infila i calzetti nei piedini scalcianti.
La tris-mamma si veste e si pettina mentre i suoi bambini si asciugano da soli.
Mamma raccoglie più volte gli asciugamani tirati per terra e minaccia "niente cartoni stasera".
I tre alieni piegano gli accappatoi e li ripongono ciascuno nel proprio zainetto.
Mamma blocca l'ennesimo schiaffone di Macco e lo guarda furibonda.
La tris-mamma-imbarazzata dice al piccolo a bocca aperta "Vestiti adesso, non hai mai sentito parlare un'altra lingua?" Seduto per terra con le mutandine ancora alle ginocchia, ipnotizzato dalla scena mai vista prima, il bimbo si limita a chiudere la bocca e non si muove di un pelo.
Mamma si ferma, la guarda, la invidia, la ammira.
E poi la odia.

"Ti prego dimmi come fai, svelami il tuo segreto" le direbbe buttandosi per terra e cingendole le gambe per non farla andar via, ma lei se ne va, i suoi marmocchi vestiti e silenziosi, mentre le belve italiane sono ancora a rotolarsi sulle panche e allenare l'ugola per la stagione lirica.

Ecco. Questi sono i momenti in cui Mamma si sente tormentata da un dubbio terribile.
Le orecchie le ronzano per la pressione alta e ricaccia le lacrime di rabbia giù per il canale da cui vogliono uscire.
Ma vorrebbe solo capire una cosa, per la prossima volta, quando ricapiterà: sarà più dignitoso fingere di non conoscerli e curarli come orfanelli smarriti, o le conviene buttarsi direttamente per terra e fingersi morta?

27 commenti:

  1. ah ah ah non so che consiglio darti, ma sicuramente posso comprendere l'imbarazzo, l'invidia e l'odio ^_^
    A volte capita anche a me in Italia, con bimbi assolutamente italiani, e quindi mi sento ancora peggio, non ho nessuna scusa ! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! però in italia ogni tanto i capricci li vedi anche da altri bambini e questo ti rincuora! :)

      Elimina
    2. Ti fischiavano le orecchie oggi? :-/

      Elimina
    3. Ho letto solo ora questo tuo commento!!! Ahahah! Bellissimo il tuo post!

      Elimina
  2. EHEHHEHE... magari erano bimbi- automi! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso proprio di si! pensa che si sono pure vestiti da soli senza dire A!
      Finti, non c'è che dire. ;)

      Elimina
  3. Guarda, di solito il nano fa come i bambini alieni e osserva incantato altri bambini urlanti nello spogliatoio, arrivando anche a dire preoccupato: mamma piagne!!
    Io sorrido solidale alle mamme alle prese con gli isterismi perché so che prima o poi capita a tutti....ed infatti sabato pomeriggio il nano ha urlato per tutta la mezz'ora di corso di acquaticita', sotto la doccia ed in fase di vestizione...e gli altri bimbi lo guardavano a bocca aperta!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si, capita dico io! che vuoi che sia?
      Quella megera invece ci guardava come extraterrestri...

      Elimina
  4. fingersi morta: funziona!!!
    AHAHAH
    Cindy
    (tutti uguali 'sti bimbi!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, allora faccio le prove col ketchup che cola dalla bocca!

      Elimina
  5. Secondo me erano bambini tali e quali ai tuoi, forse meno stanchi oppure la madre per quel giorno aveva usato un bonus c..o, ed io sinceramente propendo per quest'ultima ipotesi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so Elena, spero che tu abbia ragione, ma ti assicuro che non ho ancora visto un bimbo tedesco fare capricci... ne faccio più io di loro! :D

      Elimina
  6. Ma, sinceramente, quali sono i bambini strani?? I nostri che fanno capricci (ok a volte esagerano!!) o 'sti tedeschi??? Pat pat sulla spalla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per loro sicuramente gli "strani" sono i nostri. E' tutta questione di abitudini temo, e i nostri bimbi ci hanno abituato proprio male, ahahah!

      Elimina
  7. mmm guarda a me capita uguale uguale il martedi dopo il corso ...(anche Nik esce dall'acqua almeno tre volte nel giro di una lezione ...tanto che l'incaricato ha chiesto : ma di chi questo bambino?? Le faccio l'esenzione per fare pipi in acqua o_O ) ... pianti urla si nascondono negli armadietti corrono ...e mi sento aliena in confronto ad altre mamme ...saranno tutte tedesche??

    RispondiElimina
  8. uh signor,ma erano veri? perchè ci credo se mi dici che li hai visti coi tuoi occhi ma mi permetto di avanzare qualche dubbio! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li ho solo visti a dire la verità, perchè sentirli non li ha sentiti nessuno ;)

      Elimina
  9. va beh appena scopri il segreto .....e prima o poi lo scoprirai stando li con loro.. divulga please!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scoprirò, a costo di attaccarmi alle gambe della tipa la prossima volta e implorarla piangendo!

      Elimina
  10. Ma possibile che sia una faccenda di tedeschitudine? Possibile che i bimbi italiani siano dei piccoli Godzilla? La mia era bravissima, fino a qualche mese fa: vestizione, piscina, doccia, asciugatura...un angelo. Poi dalla mattina alla sera si è involuta in un essere urlante e intollerante alla doccia e al phon. E quindi? Inspiegabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente allo scattare dei 2 anni le si è risvegliato il gene dell'italianità, prima sopito! :D

      Elimina
  11. Io propenderei per una fuga strategica, abbandonandoli lì a urlare :D
    Ma nooooo, lo sai che scherzo ;-) però comprendo l'imbarazzo perchè è capitato anche a me in svariate occasioni.
    Unabbraccio con dose massiccia di solidarietà.

    RispondiElimina
  12. w l'italia nonostante tutto.... quello che per gli altri è caos e sregolatezza per noi è arte e creatività

    RispondiElimina
  13. ahah, e potete dirvi "parolacce" senza che la mamma perfetta con figli perfetti capisca, vero? senti...la prossima volta inveisci anche tu come i tuoi figli, chissà che anche la madre non resti a bocca aperta di fronte a tale sceneggiata :-)

    RispondiElimina
  14. Beh devo dire che con i bambini dobbiamo aspettarci di tutto, a volte anche a dover mettere la testa sotto terra. Capita.

    RispondiElimina