venerdì 22 marzo 2013

Incredibile Hulk

Macco non era nella cabina dell'ovovia, inutile cercarlo ancora lì.
Impadronito da una forza da Incredibile Hulk, Brontolo ha bloccato le porte in chiusura ed è sceso al volo.
(Chissà se l'Incredibile Hulk si è mai perso qualcuno dei bambini che ha salvato, mentre lo teneva per mano?)
Pare che l'addetto agli impianti abbia imprecato contro il confusionario signore che correva avanti e indietro per le cabine cercando qualcuno e gridando di bloccare la discesa.
L'impianto pare sia stato bloccato, mentre Mamma respirava a pieni polmoni l'aria pungente della libertà.
Macco non era in alcuna delle cabine, e pare che Brontolo abbia avuto un grosso momento di panico, ma non è ancora chiaro se all'idea di aver perso il figlio o al pensiero di quello che gli avrebbe fatto la moglie.
L'ovovia è ripartita con Dede a bordo, al sicuro con Mery, mentre Mamma era probabilmente alle prese con il suo fantastico muro cantando allegra qualche canzone appena inventata.
"Se sta cercando un bambino piccolo, è proprio qua fuori", pare abbia detto finalmente una santa voce.
"Du è mamma?" ha chiesto il fuggitivo al suo bislacco custode mentre lo stringeva fra le braccia, "Vojo andale anch'io con mamma".
Naturalissimo, come se nulla fosse successo.

Ecco perchè nessuno sorrideva quando l'hanno incontrata a fondo valle.
Ecco perchè Mery lamentava un mal di testa feroce e ha pure versato qualche lacrima.
Ecco perchè nessuno le ha chiesto come fosse andata la sua sciata.

Dopo la notizia, Mamma era comunque troppo contenta per avere reazione violente, e il pomeriggio è trascorso sereno.
Ma poi, a freddo...
E se Mery non si fosse accorta in tempo?
E se le porte non si fossero aperte?
E se Macco non si fosse fermato proprio all'uscita?
E se fosse scivolato giù da qualche parte?
...

Mamma ha passato la serata senza riuscire a separarsi dal piccolo koala attaccato al collo, e con una serie di catastrofiche domande appese al cuore.
L'Incredibile Hulk non ha subito violenze fisiche, ma Mamma spera che qualche lezione l'abbia imparata ugualmente.
Lei, dal canto suo, qualcosa l'ha sicuramente imparata: senza ombra di dubbio non sopravvaluterà più la semplicità dei compiti che gli assegna ("Ma si, dai, scendo con gli sci tanto tu devi solo portarli in ovovia, ce la puoi fare tranquillamente se Macco te lo porto io fino a lì davanti").

Infine, Mamma ha finalmente capito perchè questi benedetti supereroi non hanno figli.

30 commenti:

  1. Ah, ah, piacere di conoscerti. Aveva ragione Ilaria a premiarti. Sei forte.
    A presto.
    Raffaella

    RispondiElimina
  2. A parte gli Incredibles, ovviamente. Ma per fortuna i figli degli Incredibles sono anch'essi supereroi, quindi possono salvarsi da sè.
    Comunque, tutto è bene ciò che finisce bene. Come sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, bravissima! :)
      Si, questa volta è finito tutto bene. La prossima volta temo che... non andrò più a sciare!!!

      Elimina
  3. Io sono una mamma super ansiosa e mio marito mi accusa di non fidarsi di lui. Ehm. So che mi capisci...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha! il mio nemmeno ci prova ad accusarmi di ciò... sa che ne ho ben donde!!!! ;)

      Elimina
  4. Sicuramente a tuo marito ha fatto più male il tuo silenzio che mille scenate. Brutto a dirlo ma adesso che c'ha sbattuto il muso la prossima volta avrà cento occhi.
    Capita, anche se non dovrebbe mai capitare, l'importante è che tutto si sia risolto.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così ha detto anche lui: da ora in poi non succederà più. Non lo so, ma nel dubbio, io, alla prova non ce lo metto di sicuro!

      Elimina
  5. Ouf, sono stata un po' assente e mi sono riletta oggi gli ultimi post. Meno male che lo avete ritrovato.
    Comunque nonstante capisca lo stress e la rabbia spezzo una lancia in favore di tuo marito: è un attimo sono rapidissimi a sparire e può succedere a chiunque. Sai quante volte ho visto mamme disperate alla ricerca di bimbi in negozi/supermercati? Una volta che si si è passati si è più attenti, vedrai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che può capitare, ma... in un'ovovia deserta e con i bimbi accompagnati proprio davanti all'ingresso?? :)

      Elimina
  6. fiuuuuu, è andata. Ma cavolo che fifa mi è presa. Povero Brontolo, non lo invidio per nulla, deve essere una sensazione terrificante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia stato proprio da panico... per fortuna non c'ero!

      Elimina
  7. Ma qui il supereroe è the Invisible Baby!!!!
    Ma i supereroi hanno i genitori?!
    mmmmhhhh....forse sono stati stroncati tutti in giovane età, da infarti prematuri e inaspettati! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah!!! sei sempre mitica, Ninin!

      Elimina
  8. siamo noi le SuperEroi, riusciamo sempre a fare, gestire ed avere sotto controllo tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se consideri che lui se li è persi in 3 minuti, mentre io sono stata con loro da sola 2 giorni aspettando che arrivasse... si, forse hai proprio ragione! :)

      Elimina
  9. ma no, ma povero, ma dai, son cose che capitano (si capisce, sì, che di solito sono io quella che si perde i figli???)...

    ... comunque la chiusa sui supereroi è da applausi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) hihihihi Pera, dai, se tu li hai persi è perché può capitare, fra le mille cose che avevi da fare, da pensare e chissà in che luogo affollato... alla mamma può capitare. ok? ;)

      Elimina
  10. che ansia!!Per fortuna è finito tutto bene! Tanto prima o poi succede a tutti i genitori quindi mi preparo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh... dici che succede a tutti? dici che capiterà anche a me? oddio vado a comprare il guinzaglio... io ci muoio!

      Elimina
  11. Quando scrivi sei fantastica, nonostante gli ansiolitici che immagino tu abbia preso ;-). Fiuuuu....davvero! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! :)
      La paura mi è venuta solo a immaginarmelo ripetutamente in fondo ad un burrone. Così ho deciso di smette di immaginare!

      Elimina
  12. miiii che spavento !! e meno male che è finita bene.... a me ste cose fan venire i capelli bianchi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, anche a me... fossi stata lì sarei morta.
      O forse no, perchè se fossi stata lì, ehm, NON SAREBBE SUCCESSO! >:)

      Elimina
  13. mamma mia!!!
    io guardavo un banco al mercato e credevo mio marito avesse mio figlio, poi mi giro e mio marito è lì tranquillo.....ma il figlio non c'è......1.....2......3.......dov'è mio figlio???????
    marito: ma credevo fosse con te!
    arghhhhhhh!!!!
    hai presente?...mercato.....folla......
    bancarelle ovunque......
    ok! io vado di quà e tu di là, chi lo trova per primo va verso l'altro.....
    urlo il suo nome, davanti a facce sbigottite..
    finalmente dopo 5 interminabili minuti ,vedo un bambino con gli abiti a me conosciuti, che urla a squarciagola...mammaaaaaaa!
    che faccio? corro spostando i passanti a gomitate e mi fiondo su di lui e lo stringo così forte che lui è quasi senza fiato!
    dopo quell'episodio .....sempre per mano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia che paura! il mercato è il mio luogo di terrore per eccellenza! 10 anni di vita in meno, eh?

      Elimina
  14. ...anch'io ho capito perché tanti, supereroi o meno, non hanno figli! Però che ci vuoi fare? Li rifarei lo stesso, nonostante i capelli bianchi che mi fanno venire alle volte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, si, immaginarsi senza di loro è impossibile adesso!

      Elimina