martedì 12 novembre 2013

A nascondino

"Mamma, posso giocale con le macchinine di papà? ha chiesto Macco appena sveglio, domenica mattina, dopo meno di 6 ore di sonno.
Le macchinine di papà sono un videogioco a cui assistono come pubblico adorante tutte le sere mentre Mamma cucina.
Lei glielo aveva detto che non era il caso di esagerare con il computer, ma Brontolo ha risposto che era tutto sotto controllo... e così Macco è entrato nel tunnel della video-dipendenza. E la disintossicazione, ovviamente, se la sorbisce Mamma.

"Mamma! le macchinine" ha smaniato per tutto il giorno, singhiozzando e strappandosi i capelli e mettendosi le dita in gola e poi anche picchiandola. ( In casa brambillen pare vada molto di moda ultimamente bastonare la madre quando dice di no a qualche richiesta. E suddetta madre deve fare una grande fatica per non bastonare a sua volta gridando "Qui non si danno mazzate!")
L'ha inseguita per tutta la casa, ora aggrappato alla sua gamba, ora correndole dietro, senza darle un istante di tregua.
Ma lei, lesta come una faina, ad un certo punto è riuscita a seminarlo e a nascondersi dietro allo stendino dei panni, dileguandosi come un'ombra.

Cerca che ti ricerca, quando il grido "Mamma dove sei andata?" è diventato tendente al terrorizzato, Mamma ha lasciato trapelare la sua posizione emettendo un suono, ed è stata trovata.
"Ancòla mamma, ancòla!" ha gioito il piccolo trovandola, ancora col lacrimone a mezza guancia, sollevato per non essere stato abbandonato e divertito a posteriori per il gioco. Così Mamma si è nascosta per un altro paio di volte.

E poi l'ideona di Dede: "Mamma, adesso tu ci cerchi e ci nascondiamo noi!"
E zac, si sono fiondati dietro il divano.

"Ma dove saranno maaaai?" ha esordito lei rimanendo improvvisamente libera e guardandosi attorno con un sorriso incredulo.
Poi ha bisbigliato a Brontolo "Psss... corri, possiamo rifare il letto!"
"Bambiiiiini, siete quiiii?" e ha sbattuto le lenzuola.
"Forse sotto il leeeettoooo?" e ha sistemato il piumone.
"Accidenti, come vi siete nascosti bene..." e si è sdraiata col marito, con il sorriso diabolico che se non c'erano le orecchie le faceva il giro della testa.
Qualche risatina soffocata da dietro il divano.
"Papàààà, hai per caso visto i biiiiimbi?" ha continuato lei, la falsa, la strega, la madre da galera.

Alla fine li ha dovuti trovare: quel dannato coso, come si chiama, ah si, il senso di colpa le strillava troppo forte che era ora di trovarli.
E così il gioco è finito.
E così Macco ha ricominciato a lagnarsi.
E così tutto è tornato come prima.

Ma da oggi Mamma ha un alleato nuovo e una consapevolezza in più: chi ha inventato il nascondino, la sapeva veramente (ma veramente) lunga...

16 commenti:

  1. Nice post! Thanks & Welcome for your next visit to my blog
    Have a nice day!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei spam? eh? dì, sei spam? e come mai non sei fra gli spam? e come mai ti sei messo fra i follower? ti cancello? o ti tengo? che faccio?

      Elimina
  2. Ma sono stati bravissimi a resistere tutto quel tempo nascosti dietro il divano! I miei sarebbero usciti dopo 5 secondi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! erano molto intrippati dal gioco! povere stelle...

      Elimina
  3. Anch'io facevo così quando Diego era piccolo!! Era troppo bello, l'unico momento in cui potevo rilassarmi. Ma chissà perchè poi non ha più voluto giocare a nascondino.....;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Dopo quella volta che l'hai lasciato nascosto nell'armadio per 45 minuti, dici? ;)

      Elimina
  4. Funziona molto anche con Elisa e anche Alessandro... (Anche Elisa mostra i pugni, si vede che l'ha imparato all'asilo, difficilmente mi picchia, cmq mi da fastidio anche il gesto... sgrunt!)
    CIndy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche lui all'inizio mostrava i pugni e tramava tutto per quanto li stringeva. Ora si è evoluto... :(

      Elimina
  5. Ottimo questo uso del nascondino...prendo nota!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai come torna utile in certi momenti! ;)

      Elimina
  6. Come Mamma Avvocato prendo nota subitissimamente di quest'uso del nascondino eheheh :D chissà che non torni utile prima o poi ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sisi, soprattutto se si nascondono tutti e due insieme, i due "piccioni"!

      Elimina
  7. Bellissimo Rachele, quando leggo i tuoi racconti mi ritrovo sempre con un sorriso stampato sulla faccia!! W il nascondino!!

    RispondiElimina
  8. Mio figlio si nasconde e poi mi grida dov'è! ;-))))

    RispondiElimina
  9. ah ah ah qualche volta lo faccio anche io ma poichè è troppo piccolo lo nascondo io in camera con me mentre mi rifaccio il letto!! Ehhhhh quante se ne devono inventare.......

    RispondiElimina